ATTENZIONE. Se vuoi iscriverti a un corso clicca qui e compila la form di contatto oppure scrivi a info@consophia.it

Amministrazione e Finanza

Come Interagire con il sistema bancario e far valere gli interessi dell’azienda

Il corso di 8 ore ha un costo di 180 euro più IVA. Sono possibili sconti per classi con oltre 6 allievi.

Il corso è per persone che vogliono migliorare la propria capacità di essere qualificati interlocutori dell’azienda verso il sistema bancario Presuppone una buona conoscenza di amministrazione e finanza per meglio comprendere il modo di ragionare e di operare dei funzionari di banca.

L’obiettivo di questo corso è analizzare i principi base utilizzati dal sistema bancario per valutare il rischio aziendale. La loro conoscenza permetterà di migliorare la relazione dell’azienda con le vostre banche.

Programma del Corso

Contenuti del corso:

  • I criteri utilizzati dalle banche per la determinazione del rating
  • I principali indici che utilizzano per valutare le aziende
  • Le molte dimensioni dell’attività aziendale desumibili dal bilancio
  • Il rendiconto finanziario strumento principe per leggere la dimensione finanziaria dell’attività.

Tu e il denaro

Il corso di 4 ore ha un costo di 90 euro più IVA. Sono possibili sconti per classi con oltre 6 allievi.

Si rivolge a imprenditori e managers.

La mezza giornata di formazione (4 ore) analizza l’approccio della nostra mente al denaro e al suo utilizzo, spiegandoci come possiamo finalmente essere padroni dei nostri soldi senza diventarne schiavi.

  • Pieno controllo dei movimenti finanziari personali.
  • Individuo meno preoccupato delle proprie finanze.

Programma del Corso

Contenuti del corso:

  • Denaro e psicologia
  • Quantità o gestione del denaro?
  • Come spendiamo
  • Opinioni sul denaro
  • La forza dei verbi servili
  • Le leve per “far soldi”
  • Tono emotivo e denaro
  • Pianificazione e rapporti con la banca

Cash performance: controlla la gestione

Il corso di 16 ore ha un costo di 360 euro più IVA. Sono possibili sconti per classi con oltre 6 allievi.

Si rivolge a imprenditori, managers e amministrativi, ma anche a giovani ad inizio carriera.

Le due giornate di formazione (16 ore) analizzano gli elementi fondanti il controllo della gestione aziendale, le logiche e anche gli aspetti psicologici di fondo.

  • Apprendere le fondamenta del controllo di gestione
  • Definire uno stile aziendale attraverso il controllo di gestione

Programma del Corso

Contenuti del corso:

  • L’atteggiamento personale verso il controllo
  • La catena del valore
  • Contabilità e controllo di gestione: due approcci differenti
  • Quattro emozioni correlate
  • Con quale atteggiamento gestisci il tuo lavoro
  • Quiz: imprenditori di se stessi. Il bilancio aziendale
  • L’equilibrio finanziario e l’equilibrio economico
  • Margine di struttura e di tesoreria
  • Il patrimonio netto cosa ci racconta
  • L’equilibrio economico e il punto di pareggio
  • Il valore dello scontrino medio
  • L’analisi della marginalità
  • Più fatturati o meno costi?
  • Controllo di gestione e incentivazione del personale

Scadenziario & Cash Flow

Il corso di 4 ore ha un costo di 90 euro più IVA. Sono possibili sconti per classi con oltre 6 allievi.

Si rivolge a imprenditori, managers e amministrativi.

La mezza giornata di formazione (4 ore), in modalità tecnico-pratica, analizza l’importanza e la modalità per organizzare un flusso ci cassa in azienda, anche in modalità previsionale.

  • Pieno controllo delle scadenze.
  • Analisi dei flussi di cassa consuntivi e preventivi.

Programma del Corso

Contenuti del corso:

  • Analisi delle movimentazioni finanziarie
  • Caratteristiche di uno scadenzario
  • Caratteristiche di un cash flow
  • Personalizzazione di un modello di scadenzario e di un modello di cash flow

Analisi di bilancio e budgeting

Il corso di 8 ore ha un costo di 180 euro più IVA. Sono possibili sconti per classi con oltre 6 allievi.

Si rivolge a imprenditori, managers e amministrativi.

La giornata di formazione (8 ore) analizza il bilancio sul piano concettuale e pratico al fine di definire una strategia sul piano economico, finanziario e patrimoniale.

  • Capacità di lettura e interpretazione del bilancio d’esercizio.
  • Comprensione degli impatti sul bilancio d’esercizio delle decisioni aziendali.

Programma del Corso

Contenuti del corso:

  • Cosa è un bilancio e da cosa scaturisce
  • Come è strutturato il bilancio d’esercizio
  • Le logiche di aggregazione dei dati finanziari ed economici
  • Lo sviluppo di indicatori ed indici nell’analisi finanziaria e patrimoniale
  • Lo sviluppo di indicatori ed indici nell’analisi economica
  • L’analisi dei flussi finanziari
  • L’interpretazione delle informazioni
  • L’analisi prospettica delle strategie aziendali

Esperienze di controllo di gestione in farmacia

Il corso di 16 ore ha un costo di 360 euro più IVA. Sono possibili sconti per classi con oltre 6 allievi.

Si rivolge a farmacisti titolari e figli di titolari.

Le due giornate di formazione (16 ore) analizzano scenari ambientali e personali e forniscono strumenti per gestire opportunamente sotto il profilo economico finanziario (ma non solo) la farmacia.

  • Un farmacista che sappia dare maggior valore ai dati che già possiede per trarne informazioni utili al processo decisionale.
  • Cresciuto come imprenditore e che sappia coinvolgere il proprio gruppo su obiettivi ben definiti.
  • Capace di poter programmare i risultati attesi e valutare le performances di persone e reparti della sua farmacia.
  •  

Programma del Corso

Contenuti del corso:

  • Scenari ambientali e atteggiamenti personali
  • Come calcolare da sé il punto di pareggio della farmacia e reparto per reparto
  • Margini e ricarichi
  • Benedetti prezzi: la differenza tra prezzo e valore; come «costruirli» e quali errori evitare
  • Indici di rotazione e stock di sicurezza
  • Curva ABC e cross analysis
  • Equilibrio economico e finanziario
  • I flussi di cassa
  • Il bilancio e i suoi indici e indicatori
  • Analizzare l’economia e la finanza della farmacia, anche in funzione di operazioni di compravendita
  • La responsabilità del farmacista: le abilità da allenare e gli errori da evitare

Controllo da remoto dei lavoratori

Il corso di 16 ore ha un costo di 360 euro più IVA. Sono possibili sconti per classi con oltre 6 allievi.

Le due giornate formative forniranno una panoramica per focalizzare fonti, obiettivi e strumenti per esercitare il potere di controllo del datore di lavoro nel pieno rispetto della normativa italiana.

Dopo un’introduzione circa le fonti che disciplinano tale potere di controllo, sarà analizzata la stipula di accordi sindacali, nonché l’esercizio del procedimento disciplinare che ha alla base illeciti commessi durante il rapporto di lavoro ed emersi in sede di controllo.

Verranno poi fornite indicazioni circa la normativa privacy e proposti esempi di policy aziendale in merito ai controlli.

La formazione è destinata a HR Manager, responsabili del personale, operatori addetti alla gestione del personale.

 

L’obiettivo del corso è quello di fornire agli operatori delle risorse umane a vari livelli indicazioni e strumenti per creare una policy aziendale in merito ai controlli nel pieno rispetto della normativa italiana in materia.

 

Programma del Corso

Contenuti del corso:

 

1) Da quali fonti del diritto è disciplinato il potere di controllo del datore di lavoro.

2) L’accordo sindacale.

3) Il Procedimento disciplinare.

4) La normativa privacy.

5) Policy aziendale sui controlli.

Smart working

Il corso, di 4 ore, ha un costo di 90 euro più IVA. Sono possibili sconti per classi con oltre 6 allievi.

Il corso, di 4 ore, fornirà una panoramica per focalizzare fonti normative della legislazione italiana, obiettivi, modalità e strumenti per operare in modalità di lavoro agile/smart working o il telelavoro, evidenziando le varie modalità con le relative differenze e analizzando anche la legislazione emergenziale del periodo pandemico con modalità e strumenti attuativi.

 

Fornire una panoramica sui diritti e doveri del lavoratore, differenze tra smart working e telelavoro, procedure per stabilizzare questa possibilità anche al di fuori dell’emergenza.

 

Programma del Corso

1) Introduzione.

2) Definizione e normativa sul telelavoro – Accordo interconfederale del 2004.

3) Definizione e normativa sul lavoro agile/smart working – D. Lgs. 81/2017.

4) Normativa emergenziale COVID – DPCM del 3/2020.

5) Decalogo per il funzionamento del lavoro agile.

6) Tempistica e date rilevanti.

7) Lavoro agile – forma e recesso.

8) Lavoro agile – potere di controllo disciplinare.

9) Lavoro agile – sicurezza sul lavoro.

10) Lavoro agile – assicurazione obbligatoria per infortuni e malattie.

11) Smart working: informativa Inail

12) Smart working: la legislazione europea

 

 

Reporting di sostenibilità: lo strumento di innovazione e competitività per la tua azienda

Il corso di 16 ore ha un prezzo di 360 euro più IVA. Possono essere possibili sconti per classi con oltre 6 allievi.

Il corso intende introdurre il tema della Responsabilità Sociale d’Impresa (valori, vantaggi e previsioni normative), trattando in particolare la Rendicontazione Sociale. Il Bilancio di Sostenibilità rappresenta il più importante strumento di dialogo con gli stakeholder e con il territorio di riferimento. Consente di informare gli stakeholder su quanto ha realizzato l’impresa per contribuire allo sviluppo sostenibile, garantendo stabilità e sviluppo all’organizzazione. Il corso fornisce i primi skill per procedere con un primo progetto di rendicontazione sociale.

Al   termine   del corso   il   partecipante avrà la   consapevolezza   che oggi l’etica e la sostenibilità sono due aspetti premiati dal consumatore su cui vale la pena di investire, poiché la reputazione comincia ad avere riscontri significativi sul business. Le aziende devono comunque cambiare il modo di comunicare in questo particolare momento di transizione, tenuto conto anche di previsioni normative specifiche nel 2023 e 2026.

E’ fondamentale che le imprese adottino strumenti di innovazione e di competitività utili per ripartire, acquisendo le informazioni utili per avviare un progetto di rendicontazione non finanziaria. Il corso fornisce i primi skill per procedere con un primo progetto di rendicontazione sociale.

 

Programma del Corso

·        Rendicontazione non-finanziaria

·         Le caratteristiche di un bilancio di sostenibilità

·         Pianificazione e costruzione di un bilancio

·         Struttura di un bilancio

·         La presentazione delle informazioni

·         La verifica indipendente (Assurance)Standard GRI

·         La struttura e i tre standard universali

·         I tre standard specifici

·         Applicazione del modello operativo di rendicontazione

 

Approfondimenti su:

1.    Reporting di sostenibilità e bilanci sociali

2.    Benefici / Opportunità per le aziende

3.    Gli strumenti di riferimento e lo standard GRI

Analisi di bilancio in lingua inglese

Il corso di 16 ore ha un prezzo di 360 euro più IVA. Possono essere possibili sconti per classi con oltre 6 allievi.

Il corso è destinato a tutti coloro che operano (in particolare nell’ambito amministrazione, finanza e controllo)  in aziende italiane con filiali all’estero o facenti parte di gruppi internazionali dove il financial english viene largamente utilizzato per l’attività di reporting con le direzioni generali delle varie case madri.

Lo scopo di questo corso è quello di fornire alcuni degli strumenti pratici ed interpretativi  dell’analisi di bilancio e di famigliarizzare con il financial english ed in particolare con la terminologia e la “best practice” utilizzata in campo finanziario internazionale.

Programma

Il corso verrà tenuto sia in italiano che in inglese in modo da permettere anche a coloro chi non ha molto famigliarità con la lingua inglese di poter partecipare attivamente.

 

Contenuti

 

  1. ANALISI DI BILANCIO: BALANCE SHEET ANALYSIS
    • Attività correnti: Current sssets
    • Passività correnti: Current liabilities
    • Passività consolidate: Non current liabilities
    • Patrimonio Netto: Net Equity o Net Worth
    • Capitale circolante: Net working capital o net working investment
    • Rotazione crediti : Days on receivables o DSO (days sales outstanding)
    • Rotazione debiti: Days on paybles
    • Fatturato: Sales turnover
    • Costo del venduto: Cost of goods sold
    • Costo del lavoro: Cost of labor
    • MOL: Ebitda
    • Reddito operativo: Ebit
    • Profitto netto: Net profit o net earnings
  1. ANALISI PER INDICI: FINANCIAL RATIOS ANALYSIS
  • ROI: La remunerazione del capitale investito
  • ROD: Il costo del debito
  • ROE : La remunerazione del patrimonio netto
  • ROS: La redditività sulle vendite
  • Leverage ratio: Rapporto di indebitamento
  • Quick and current ratios: Gli indici di liquidità
  • Asset turnover: Rotazione del capitale
  • Inventory turnover: Rotazione del magazzino
  • Dupont formula (profitability, efficiency, leverage)

ANALISI DEI FLUSSI: CASH FLOW ANALYSIS

  • Fonti e impieghi: Sources and application of funds.

GLOSSARIO FINANCIAL ENGLISH: Alcune delle principali terminologie utilizzate

 

Nella prima giornata verrà discusso in aula un caso concreto con la riclassificazione di un bilancio di una importante azienda italiana e con relativa analisi per indici, secondo i criteri internazionali.

Nella seconda giornata, come esercitazione, verranno analizzati e confrontati i diversi bilanci ufficiali delle aziende dei vari partecipanti al corso interessati a farseli analizzare secondo i criteri delle banche internazionali.

 

Saper leggere il bilancio per prendere le giuste decisioni in azienda

Il corso di 16 ore ha un prezzo di 360 euro più IVA. Possono essere possibili sconti per classi con oltre 6 allievi.

Il corso è destinato a imprenditori e responsabili amministrativi di PMI

L’analisi   di   bilancio   svolge   un   ruolo   importante   per   aiutare   le   aziende   a   meglio   comprendere   l’andamento economico, reddituale, finanziario e patrimoniale della gestione aziendale.

Tutte le aziende, in particolare le PMI, devono avere sempre sotto controllo i vari indicatori e selezionare gli indici più rilevanti al fine di poter intervenire per tempo a sanare quelle potenziali situazioni di possibile criticità e non intervenire troppo tardi, come molto spesso avviene, in situazioni di difficoltà.

Lo scopo di questo corso è quello di fornire alcuni strumenti pratici ed interpretativi dell’analisi di bilancio e le informazioni da associare ai singoli indici. Verranno fatte a questo scopo delle esercitazioni in aula attraverso una   analisi   approfondita   di   un   bilancio di un’impresa presa a campione nell’ottica di poter fornire una rappresentazione che possa essere adeguatamente presa come esempio per essere poi successivamente replicata in azienda.

Programma

Prima giornata:

– Introduzione alla analisi di bilancio per indici

– Come riclassificare il bilancio di esercizio

– Il capitale di circolante o di funzionamento

– Rotazione debiti e crediti: come calcolare i tempi medi di incasso e pagamenti

– Rotazione del magazzino: giorni medi di scorta del magazzino e relativa rotazione

– L’equilibrio finanziario e la leva finanziaria

– Il rapporto di indebitamento

– Riclassificazione del conto economico: esempio concreto

– Analisi dei margini di contribuzione

– Analisi del costo del venduto

– L’incidenza degli oneri finanziari

– ROE-ROI-ROD-ROS

– Il rendiconto finanziario

– Come analizzare i bilanci della concorrenza

Seconda giornata:

– Esercitazione e discussione in aula di 2 casi concreti:

– Analisi di un bilancio di una azienda commerciale e di azienda produttiva sia dal punto di vista dell’imprenditore che dei terzi finanziatori (fornitori e banche in particolare) in modo tale da poterli poi confrontare con le altre aziende concorrenti nell’intento di poter valutare se i punti di forza e debolezza gestionali emersi riguardano l’impresa sotto esame o posso essere generati dalle dinamiche tipiche del settore di appartenenza.

Come impostare e sviluppare un business plan per le PMI

Il corso di 16 ore ha un prezzo di 360 euro più IVA. Possono essere possibili sconti per classi con oltre 6 allievi.

Chi fa impresa, anche se si tratta di PMI, sente più spesso parlare di business plan. Questo è uno strumento che viene ormai sempre più richiesto dagli investitori, banche in particolare e dalle stesse controparti commerciali. Da evidenziare che la prima funzione del business plan è quella di essere soprattutto uno strumento interno per l’imprenditore: aiuta infatti a valutare il progetto imprenditoriale, a definire e monitorare il suo piano di sviluppo, a gestire le risorse investite, oltre che a programmare le azioni organizzative, produttive e commerciali tra i quali anche la sua presentabilità al sistema bancario.

Il corso si rivolge a tutti coloro che vogliono approfondire il tema della pianificazione aziendale e apprendere come costruire il  proprio   piano   di  impresa:   dagli  imprenditori,   ai  vari   responsabili  di funzione   o   con   il  compito di relazionare al titolare o al management sull’opportunità al miglioramento gestionale, ai neo imprenditori o aspiranti tali, ai giovani destinati a guidare le aziende.

Per una migliore comprensione dei temi che verranno trattati nel corso   è   sufficiente   una   conoscenza   di  base   delle   problematiche   aziendali.   Anche   a   coloro   che   non   hanno dimestichezza con queste problematiche potranno in ogni caso acquisire competenze di base.

 

Disporre di una guida pratica e operativa per la comprensione e la realizzazione del business plan, gestendo i passi critici nella pianificazione di un progetto imprenditoriale , sia che si tratti di una start-up o di una azienda avviata. Obiettivo del corso è quindi quello di trasmettere logiche, tecniche e procedure per realizzare, presentare e motivare un piano imprenditoriale che possa avere un certo successo.

Programma

Prima giornata

– Introduzione al business plan

– Guida prativa alla preparazione del piano industriale partendo dal budget economico/finanziario qualora già in essere

– Manuale di istruzione per la redazione di un business plan per le PMI

– Alcuni consigli utili ed errori da evitare nell’impostazione del piano industriale

– Analisi di mercato e il contesto competitivo: lo SWOT (valutazione dei punti di forza e di debolezza, le opportunità e le minacce)

– Prospetto di analisi di bilancio per indici dei principali competitors raffrontati con i propri bilanci

– Presentazione della società: i prodotti/servizi, la struttura manageriale e le figure dei ruoli chiave in azienda

– Le previsioni economiche/finanziarie e i flussi di cassa

– Il piano di investimenti e delle fonti di copertura

Seconda giornata

– Quali sono i documenti da allegare e le informazioni che interessano i possibili finanziatori

– Presentazione di almeno 1 business plan completo: discussione in aula di un case study

– Come presentare il documento finale del business plan alle banche utilizzando un linguaggio comune: un esempio concreto

La gestione finanziaria dell’impresa

Il corso di 16 ore ha un prezzo di 360 euro più IVA. Possono essere possibili sconti per classi con oltre 6 allievi.

Il corso è destinato a tutti coloro che desiderano acquisire una visione anche finanziaria delle problematiche di gestione aziendale al fine di poter prendere delle decisioni più consapevoli ed efficaci.

Il presente modulo è focalizzato sulle tecniche di gestione della finanza aziendale,  attraverso il percorso delle cause che generano la crisi di liquidità, l’acquisizione delle tecniche di programmazione del fabbisogno, il monitoraggio delle soluzioni possibili e l’analisi degli strumenti di finanziamento più comuni esistenti sul mercato italiano.

 

 

Programma

– Lo squilibrio finanziario delle imprese

– Calcolo del fabbisogno di capitale circolante

– Analisi del rapporto tra capitale proprio e di terzi in raffronto con gli

investimenti aziendali

– La scelta degli strumenti finanziari più adeguati alla realtà aziendale

– Le fonti di finanziamento interne ed esterne all’impresa

– Analisi dei flussi di liquidità

– La programmazione degli incassi e dei pagamenti

– Analisi di bilancio per indici

– Il rendiconto finanziario

– Analisi dei bilanci della concorrenza

– Come gestire il rapporto banca/impresa

– Determinazione del rischio finanziario: il rating

E’ previsto l’utilizzo di dispense e di ampio impiego di metodologie attive, discussioni di casi aziendali concreti intesi ad ottimizzare l’apprendimento.

Gli strumenti di controllo di gestione per essere vincenti sui mercati internazionali

Il corso di 16 ore ha un prezzo di 360 euro più IVA. Possono essere possibili sconti per classi con oltre 6 allievi.

Il corso è destinato a imprenditori, responsabili della funzione amministrativa/finanziaria e/o tutti quei soggetti coinvolti nei rapporti e nelle transazioni con l’estero,  e mira a far conoscere le varie modalità con cui è possibile operare.

L’attuale momento di crisi spinge le aziende italiane a guardare con sempre maggiore interesse e necessità ai mercati esteri. In tale contesto diventa importante conoscere le  varie forme di pagamento esistenti  sui mercati internazionali da utilizzarsi come possibili leve commerciali per le proprie vendite all’estero, così come coprirsi adeguatamente dal rischio di cambio e di insolvenza.

Programma

– Gli strumenti finanziari legati alle transazioni internazionali: il credito documentario e la lettera di credito, brevi accenni

– Breve introduzione al rating nell’ottica di Basilea 2 e Basilea 3

– Come relazionarsi con il mondo del credito

– Come reperire e ottimizzare le risorse finanziarie atte a sostenere la possibile ripresa aziendale in uno scenario molto difficile come l’attuale

– Valutazione del rischio da parte delle banche attraverso la lettura e l’analisi di bilancio dei principali indici

– Analisi del comportamento andamentale attraverso la lettura della centrale dei rischi: discussione di alcuni casi concreti

– Come preparare la relazione da presentare al sistema bancario in sede di rinnovo degli affidamenti con la consegna dei bilanci ufficiali: un esempio concreto

– La pianificazione finanziaria e i flussi di cassa

– Indicazioni utili per una attenta gestione della finanza e tesoreria aziendale

– Come tenere sotto controllo il costo del credito bancario: le principali condizioni operative

– Come rilevare i vari indicatori monetari al fine di poter meglio comprendere l’andamento e la struttura dei tassi sui mercati finanziari internazionali:

– Euribor

– Libor

– Finanziamenti in valuta e rischi sui cambi e derivati

– Le varie forme di finanziamento esistenti per il mercato globale:i Il forfaiting, il supplier’s credit e il buyer’s credit

– Gli errori da evitare nella gestione dei rapporti con gli istituti di credito

Gli strumenti di controllo di gestione indispensabili per la gestione aziendale

Il corso di 16 ore ha un prezzo di 360 euro più IVA. Possono essere possibili sconti per classi con oltre 6 allievi.

Il corso è destinato a tutti coloro che sono coinvolti nella gestione aziendale: dai responsabili amministrativi/finanziari ai controller. Fornisce skill per la costruzione di un sistema di controllo di gestione personalizzato.

Fornire i vari strumenti di pianificazione e controllo: dall’analisi dei costi aziendali, all’analisi di bilancio, al processo di pianificazione economica/finanziaria.

Programma

1^ parte –      

Il controllo economico della gestione     

– I segni premonitori della crisi

– Il piano industriale come guida all’uscita della crisi

– Il punto di pareggio aziendale

– La politica sui costi fissi e variabili

– Il conto economico aziendale

 

2^parte –       

Il controllo finanziario della gestione      

– L’analisi di bilancio e del rendiconto finanziario

– Il budget finanziario

– I flussi di cassa

– La politica su clienti e fornitori

– La gestione dei crediti commerciali e recupero crediti

– Gli strumenti di finanziamento del circolante

– La politica del magazzino

– Come relazionarsi con il mondo del credito

– Conclusioni

Come redigere il budget in una PMI

Il corso di 16 ore ha un prezzo di 360 euro più IVA. Possono essere possibili sconti per classi con oltre 6 allievi.

Il corso offre metodi e strumenti per realizzare un piano economico aziendale e pianificare il suo controllo

L’attività di pianificazione e di previsione dei risultati aziendali determina la scelta degli obiettivi e delle risorse per conseguirli. Il corso è rivolto a   tutti  coloro   che   sono   coinvolti   nella   gestione   aziendale:   dai   titolari   delle   PMI,   a   tutti   coloro   che   hanno   la responsabilità di organizzare e gestire l’azienda, ovvero settori o parti di essa ma con una limitata conoscenza del controllo   di   gestione,   agli   addetti   dell’area   amministrativa,   finanza   e   controllo   di   gestione   che   hanno   anche   il compito di relazionare al titolare o al management sulle opportunità di miglioramento aziendale.

Per la migliore comprensione dei temi trattati nel corso è sufficiente una conoscenza di base delle problematiche generali   dell’azienda.   Anche   a   coloro   i   quali   non   hanno   conoscenza   di   queste   tematiche   potranno   comunque acquisire competenze di base.

Metodo: sia la lezione che conversazione e dialogo, che avranno per oggetto gli strumenti e l’esperienza sul campo del docente e dei partecipanti. Si lavorerà inoltre in entrambe le giornate su casi concreti aziendali.

Il corso intende illustrare le metodologie, che possono essere concretamente applicabili nelle PMI, per rendere   le   elaborazioni   di   budget   e   la   pianificazione   della   gestione   effettivamente in linea con lo sviluppo del business.

Programma

Prima giornata:

– Concetto di budget e suo inserimento nel sistema di pianificazione e controllo dell’azienda

– Guida pratica alla preparazione del budget

– Come elaborare un budget economico

– Il budget finanziario

– Come impostare un sistema di flussi di cassa mensilizzati: alcuni modelli di possibile utilizzo

– Introduzione al reporting aziendale direzionale e al controllo di gestione

– Analisi degli scostamenti: la scomposizione delle varianti

– La ricerca delle cause degli scostamenti tra budget e consuntivo e azioni correttive: un esempio concreto

– Il rendimento del capitale investito

Seconda giornata:

– Definizione e classificazione dei costi tra variabili e fissi

– Il break-even point: come calcolare il punto di pareggio

– Analisi dei margini di contribuzione

– Esempi concreti di budget economici che saranno oggetto di discussione in aula

– Analisi di bilancio per indici confrontati con quelli delle aziende concorrenti: alcuni esempi pratici

– Come   preparare   una   relazione   sulle   prospettive   aziendali   da   presentare   ai   terzi   finanziatori   (banche in particolare),   utilizzando   un   linguaggio   comune,   in   sede   di   presentazione   del   bilancio   ufficiale,   di   un   conto economico   interinale   di   periodo,   congiuntamente   alla   presentazione   del   conto   economico   previsionale   (budget)

 

Gestione dei crediti commerciali: come prevenire e gestire l’insolvenza in una situazione economica/ finanziaria difficile

Il corso di 16 ore ha un prezzo di 360 euro più IVA. Possono essere possibili sconti per classi con oltre 6 allievi.

La gestione del credito e il recupero dello stesso assume una rilevanza fondamentale nella gestione aziendale. E’ fondamentale infatti che il proprio cash flow ovvero i flussi di cassa risultino entro limiti accettabili e per questo è importante che i clienti paghino regolarmente rispettando le condizioni concordate. Purtroppo questa necessaria puntualità viene sempre meno rispettata ed alla fine i problemi degli altri diventano i nostri problemi.

Il corso è destinato ai titolari   delle   piccole   e   medie   imprese   e   a   tutti   coloro   che   sono   coinvolti   nella   quotidiana   gestione amministrativa/finanziaria e del recupero crediti.

Il corso si prefigge l’obiettivo di mettere i partecipanti nella migliore condizione di affrontare e risolvere la valutazione del rischio commerciale nei confronti della propria clientela, senza necessariamente penalizzare le vendite, di prevenire le possibili insolvenze con adeguate procedure e di intervenire tempestivamente, in caso di contezioso, con azioni di recupero, proporzionate al danno subito.

Programma

La gestione dei crediti è di fondamentale importanza poiché incide su tesoreria, redditività, vendite e capacità di creare valore. Questo corso si propone, in un momento difficile come quello attuale, di approfondire tematiche legate alla gestione del credito e a tutti i suoi aspetti gestionali al fine di minimizzare i possibili rischi di perdite su crediti.

Prima giornata: La gestione della finanza aziendale e la gestione del rischio di credito

– Le politiche di credito commerciale e il loro impatto economico-finanziario, quadro generale.

– Il ruolo del credit manager.

– L’incidenza del credito su tesoreria, redditività, vendite e capacità di sviluppo.

– Il rapporto con le banche: come gestire l’effetto perverso degli insoluti: alcuni suggerimenti pratici

– La Centrale dei Rischi: come vengono segnalati l’insoluti o i ritardi sugli incassi da parte delle banche

– La gestione della finanza aziendale e la gestione del rischio del credito:

– Il credito e la sua rilevanza fiscale.

– Strumenti finanziari per la gestione del credito.

– Come calcolare i giorni medi di incasso e di pagamento: rotazione crediti e debiti

 

Seconda giornata: La gestione preventiva ed ordinaria del credito 

– La gestione preventiva del credito e la gestione del rischio cliente, l’affidamento alla clientela, reperimento delle informazioni commerciali e valutazione dei dati, le varie forme di garanzia, il credito da concedere ai clienti.

– L’analisi di bilancio: gli indici più significativi da analizzare e controllare

– Gli strumenti di pagamento

– La gestione ordinaria del credito.

– La cessione del credito e accollo del debito

– Il sollecito amministrativo, modalità e strategie

– Novità legislative.

 

Analisi di bilancio per i non addetti

Il corso di 16 ore ha un prezzo di 360 euro più IVA. Possono essere possibili sconti per classi con oltre 6 allievi.

Il corso intende tramettere skill  per leggere un bilancio e le voci che lo compongono e per monitorare lo stato di salute della propria azienda. Mettendo i partecipanti in grado di acquisire i principi generali dell’analisi di bilancio, attraverso la sua lettura, riclassificazione e l’interpretazione degli indici economici, finanziari e patrimoniali, per meglio comprendere i punti di forza e di debolezza della propria azienda. 

E’ destinato a imprenditori e dirigenti non forniti di precedente formazione contabile, di area commerciale, tecnica, ricerca e sviluppo e tutti coloro, che pur inseriti nelle diverse funzioni aziendali, sono motivati a rafforzare le proprie competenze manageriali in area amministrativa finanziaria.

Il corso intende tramettere ai partecipanti i principi generali dell’analisi di bilancio, attraverso la sua lettura, riclassificazione e l’interpretazione degli indici economici, finanziari e patrimoniali

Programma

– Lettura  e interpretazione del bilancio di esercizio

– Tipologia di analisi di bilancio

– Presupposti dell’analisi di bilancio: riclassificazione del bilancio

– Analisi marginale o di differenziale

– Analisi per indici: la solidità aziendale, la liquidità, la reddittività nelle sue diverse espressioni

– Benchmarking dei bilanci

– Come analizzare e valutare i bilanci della concorrenza (esercitazione pratica)

Gli incarichi extraistituzionali dei dipendenti pubblici alla luce della normativa anticorruzione

Il corso di 8 ore ha un prezzo di 180 euro più IVA. Possono essere possibili sconti per classi con oltre 6 allievi.

La disciplina relativa agli incarichi extraistituzionali presenta elementi che denotano una particolare complessità. Non è sempre agevole per i soggetti interessati allinearsi alle novità normative che si susseguono.

Il testo originario dell’art. 53 del D.Lgs. 30 marzo 2001, n. 165, è stato infatti più volte oggetto di revisioni. In particolare, la legge 6 novembre 2012, n. 190, recante “Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalità nella Pubblica Amministrazione” ha apportato rilevanti modifiche sia a livello di diritto sostanziale, sia a livello procedurale.

Con il corso si intende fornire ai dipendenti del pubblico impiego (dipendenti ministeriali, di Enti Locali, Università, ecc.) una disamina della normativa sottesa, per poi addentrarsi in modo più specifico nelle più comuni casistiche, analizzando le conseguenze in caso di violazione della normativa.

Il taglio che s’intende fornire è fortemente pratico, tant’è che il corso prevede una esercitazione in aula con casi concreti, per i quali i discenti potranno nell’immediato applicare le nozioni apprese.

Obiettivi del corso e competenze traghettate

Con il corso si intende fornire strumenti idonei ad una più completa conoscenza degli istituti che la normativa sugli incarichi extraistituzionali e anticorruzione, in un’ottica di prevenzione di eventuali violazioni da parte dei dipendenti interessati.

Programma

  • Premesse generali sulle modalità e finalità del corso.
  • Il principio di esclusività.
  • Excursus delle fonti normative.
  • Il conflitto di interessi.
  • Le responsabilità per i dipendenti in caso di violazioni.
  • Le responsabilità per i committenti in caso di violazioni.
  • Principali novità in materia introdotte dalla legge anticorruzione.
  • Raffronto con altri istituti giuridici.
  • Esercitazione su casi pratici.

Bilancio e controllo di gestione economico-finanziario nelle aziende di commessa

Il corso di 20 ore ha un prezzo di 500 euro più IVA. Possono essere possibili sconti per classi con oltre 6 allievi.

Il corso consente di acquisire le conoscenze per la gestione delle commesse.

Pianificare e controllare efficacemente le commesse è di fondamentale importanza per massimizzare i risultati economici/finanziari dell’impresa.

Completare una commessa non significa solo evadere un ordine ma concludere con successo un progetto caratterizzato da vincoli di costi, tempo, livelli di qualità ed altro.

Il percorso formativo ha una durata di 20 ore e si rivolge a tutti coloro che lavorano nelle aziende e che operano su commessa: imprenditori e manager; commercialisti e consulenti.​

 

I partecipanti acquisiranno:

  • visione d’insieme del processo di gestione delle commesse
  • metodologie per progettare un sistema di controllo delle commesse.
  • comprensione degli effetti economici, patrimoniali e finanziari delle commesse
  • capacità per la redazione dei reports di controllo
  • metodologia per costruire un budget dei lavori su commessa
  • tecniche di controllo degli stati di avanzamento dei lavori

 

Obiettivi del corso e competenze traghettate

I partecipanti acquisiranno una visione d’insieme del processo di gestione delle commesse, la comprensione degli effetti economici, patrimoniali e finanziari delle commesse, la metodologia per costruire un budget dei lavori su commessa e le tecniche di controllo degli stati di avanzamento dei lavori.

Programma

  • Il sistema impresa
  • La misurazione dello stato di salute dell’impresa
  • Le aziende che lavorano su commessa – caratteristiche
  • Il principio di competenza economica nelle aziende di commessa
  • Il conto economico di commessa
  • Lo stato patrimoniale di commessa
  • La dimensione finanziaria
  • La contabilità analitica ed il controllo di gestione della commessa
  • Determinazione dei ricavi di commessa
  • Impostazione del calcolo ed imputazione dei costi
  • Le fasi di controllo economico di una commessa
  • Budget e controllo dei costi di commessa
  • Il ruolo del responsabile di commessa
  • Introduzione alle tecniche di Project Management per la gestione della commessa
  • La gestione dei rischi

 

Esercitazioni pratiche:

gestione completa di una commessa in excel.

Economics per Sales

Il corso, orientativamente di 16 ore, ha un costo che dipende dal numero di partecipanti e di ore concordate. Il costo per partecipante, per giornata formativa, è mediamente sui 200 euro (IVA esclusa). 400 euro per due giornate.

I partecipanti acquisiranno le conoscenze di base dell’impianto economico, patrimoniale e finanziario, la struttura del processo di pianificazione economica (budget), il percorso logico per elaborare un budget delle vendite e le tecniche di analisi degli scostamenti (volume/mix/prezzo) tra budget e consuntivo

 

I partecipanti acquisiranno le conoscenze di base dell’impianto economico, patrimoniale e finanziario, la struttura del            processo di pianificazione economica (budget), il percorso logico per elaborare un budget delle vendite e le tecniche di analisi degli scostamenti (volume/mix/prezzo) tra budget e consuntivo

 

Programma

  • Introduzione agli economics d’impresa
  • Struttura del conto economico e leve per la determinazione del pricing
  • Indici di valutazione delle performance economiche e commerciali
  • Il ciclo monetario e l’importanza dei flussi di cassa
  • Strumenti di pianificazione e controllo
  • La costruzione del budget economico
  • Il budget delle vendite
  • Impatto della gestione economica e finanziaria nella costruzione del budget
  • Il reporting e l’analisi degli scostamenti

 

Esercitazioni pratiche in excel:

  • costruzione di un bilancio (conto economico e stato patrimoniale)
  • sviluppo di un budget economico annuale mensilizzato
  • politica di vendita e riflessi sul flusso di cassa
  • analisi degli scostamenti delle vendite (tecniche di confronto tra budget e consuntivo)

 

 

Corso base di contabilità generale e bilancio

Il corso, orientativamente di 16 ore, ha un costo che dipende dal numero di partecipanti e di ore concordate. Il costo per partecipante, per giornata formativa di 8 ore, è mediamente sui 200 euro (IVA esclusa). 400 euro per due giornate.

Il corso ha l’obiettivo di fornire le conoscenze di base per l’applicazione teorico/pratica della tecnica contabile al fine di rappresentare correttamente i fatti di gestione aziendali.

I partecipanti acquisiranno la conoscenza della “partita doppia”, metodo unico per la rilevazione degli accadimenti aziendali e che porta alla costruzione del bilancio di esercizio.

Il percorso formativo è aperto a diversi destinatari, ma particolarmente indicato a tutti coloro che svolgono attività amministrative ma non hanno una conoscenza e visibilità globale della contabilità generale e dei suoi fini.

 

Il corso ha l’obiettivo di fornire le conoscenze di base per l’applicazione teorico/pratica della tecnica contabile e delle norme civilistiche al fine di rappresentare correttamente i fatti di gestione aziendali, il principio della competenza con le scritture contabili di fine periodo/esercizio e una visione d’insieme del bilancio di esercizio e dei principali documenti che lo compongono.

Programma

Il corso è strutturato in due parti.

Parte “teorica”:

  • il sistema azienda;
  • collegamento tra fatti di gestione e scritture contabili;
  • il principio della competenza economica;
  • le norme civilistiche per una fedele rappresentazione dell’attività aziendale;
  • la contabilizzazione dei principali fatti gestionali aziendali;
  • le scritture contabili di fine periodo/esercizio
  • dalle scritture contabili alla redazione del bilancio di esercizio;
  • il bilancio di esercizio ed i principali documenti che lo compongono.

Parte “pratica”:

  • gestione contabile annuale di una azienda con generazione di un bilancio del periodo (conto economico, stato patrimoniale e flussi di cassa)
  • esempi di scritture contabili relative a diversi fatti di gestione
  • lettura ed esame della struttura di un bilancio depositato (parte numerica e parte informativa – relazione sulla gestione e nota integrativa).