Prezzo e condizioni

Il corso di 16 ore (2 giornate) ha un costo di 360 euro più IVA. Sono possibili sconti per classi con oltre 6 allievi.

 

Per chi è il Corso e cosa tratta

I profili interessati sono almeno i seguenti: Imprenditori, responsabili divisione progettazione e sviluppo, Project Manager, Progettisti, Analisti di Sistema, Test Engineer, System Engineer, Requirement Manager, Quality Assurance Manager

La metodologia essenziale proposta è la miglior soluzione per una gestione del ciclo di vita del progetto, leggera ed efficiente, basata su database relazionale. Compatibilità con gli standard ISO, NASA, ISPE GAMP; ISO/IEC; ESA ECSS; SEI CMU NDIA; PMI A Guide To Manage Project Risks And Opportunities; FDA CPG; AS; ESA ECSS-Q-ST; US DoD MIL-STD; NASA NPR; PMI PMBOK Guide.

 

Obiettivi del Corso

Con la partecipazione al seminario, i discenti acquisiranno i concetti essenziali, necessari per perseguire almeno i seguenti obiettivi.

  • La creazione di una divisione system engineering nella loro impresa: si tratta di una concezione avanzata, che attribuisce finalmente all’ingegneria dei sistemi la stessa rilevanza di cui gode tradizionalmente la gestione (economica) del progetto.
  • Prepararsi alla gestione di un progetto complesso.
  • Armonizzare le esigenze diverse, vale a dire le questioni economiche con la qualità tecnica, integrando le diverse competenze necessarie e pianificando correttamente lo sviluppo del progetto, sia dal punto di vista della gestione di commessa, sia da quello di progettazione e di test.
  • Stimare i rischi legati allo sviluppo del progetto, definire e gestire un piano di mitigazione.
  • Effettuare l’integrazione di sistema, la verifica e la validazione del prodotto.
  • Scegliere gli strumenti software per supportare la gestione dei requisiti, del test engineering, dei rischi e dei problemi.
  • Gestire la piena tracciabilità, lungo l’intero ciclo di vita del progetto, e gestire le modifiche in corso d’opera in modo snello ed efficiente.

 

Programma del Corso

  • Inadeguatezza della filosofia di qualità del XX Secolo rispetto alla realtà attuale
  • I concetti base di una filosofia leggera ed efficiente per la gestione del ciclo di vita del progetto
  • All’origine dei concetti di qualità e loro utilità odierna
  • Il concetto di requisiti
  • Miglioramento continuo ed eccellenza
  • La maturità ed il Capability Maturity Model
  • Pesantezza e ridondanza delle metodologie
  • Qualità e maturità: sicurezza, affidabilità, disponibilità, manutenibilità
  • Una classificazione delle applicazioni
  • Criteri generali per la sicurezza, la disponibilità e l’affidabilità del sistema
  • Sicurezza
  • Evoluzione dei modelli
  • Evoluzione: dalla qualità alla maturità
  • Uso maturo degli standard
  • Somiglianza e ridondanza degli standard: ECSS, MIL498, CMMi, ISO12207, ISO15504, ISO15288, ISO 27001, 17779
  • Il Project Life Cycle Reiterativo
  • Piano di gestione dei requisiti e valutazione dei rischi
  • Analisi del contesto, stakeholder e particolarità del progetto
  • Scelta delle norme da applicare e loro customizzazione
  • Pianificazione della gestione dei requisiti, della loro implementazione, e della verifica
  • Strumenti di supporto al project life cycle management
  • I fattori chiave della crescita in maturità
  • Il database relazionale come supporto al project lifecycle management
  • Tracciabilità e Change Management
  • La tracciabilità totale
  • Change management leggero ed efficiente
  • I vantaggi dati dal systems engineering: conservazione, gestione ed accrescimento del know-how aziendale, capacità di fare stime attendibili, capacità di gestire il change management
  • Test Engineering e gestione dei problemi
  • Pianificazione delle attività di test engineering ed integrazione
  • Raggruppamento dei test case e disegno del test procedure
  • Esecuzione delle procedure di test: ruolo del conduttore, importanza di creare un ambiente consono all’esecuzione sistematica dei test ed all’annotazione analitica dei problemi