Prezzo e condizioni

Il corso di 8 ore ha un costo di 180 euro più IVA. Sono possibili sconti per classi con oltre 6 allievi.

 

Per chi è il Corso e cosa tratta

La giornata di formazione (8 ore) si rivolge ad imprenditori, investitori, venture capitalist, visionari, nuovi “Medici”, funzionari governativi, sindacati e istituzioni sociali, persone illuminate, curiosi. Vengono analizzate e discusse le caratteristiche del nuovo mercato New Space, in confronto al settore aerospaziale tradizionale. Viene fornita una panoramica delle principali aziende attive nel settore, negli Stati Uniti, in Europa nel Regno Unito, Giappone, Cina, India e nei mercati emergenti. Viene altresì fornita una valutazione di massima delle cifre d’affari del settore, in confronto con altri settori industriali ad elevata tecnologia, e dello stato dell’arte.

 

Obiettivi del Corso

I partecipanti otterranno gli strumenti essenziali per orientarsi nel loro percorso di ingresso e/o affermazione nel settore New Space, a livello nazionale ed internazionale, quale che sia il livello personale di responsabilità: imprenditore, consulente, dipendente o aspirante tale in aziende del settore. Il corso risponde ad alcune domande fondamentali, esempio: cos’è il mercato New Space? Esistono ancora le filiere tradizionali di subfornitura? Cosa può fare la mia azienda nel nuovo mercato spaziale? La mia azienda ha le competenze per sviluppare prodotti e concetti innovativi? Quali competenze devo acquisire per competere validamente nel mercato new space? I partecipanti acquisiranno gli strumenti per individuare le valenze e le potenzialità della loro azienda per il settore new space: veri e propri enzimi evolutivi. Vengono inoltre analizzate le esigenze ed i requisiti degli stakeholder del mercato new space, con l’obiettivo di individuare le aree tecnologiche nelle quali esistono spazi per idee e soluzioni innovative di prodotti e servizi. Alcuni obiettivi sociali del corso: stimolare la crescita del settore new space in Italia, stimolare la ricerca prioritaria sulle tecnologie abilitanti lo sviluppo spaziale civile, offrire supporto strategico per le aziende del settore new space e quelle che desiderano entrare nel settore new space, fornendo servizi di alto livello alle aziende associate, fornire ispirazione per i giovani, studenti, neolaureati, startupper.

 

Programma del Corso

  • Storia del settore new space, dall’X-Prize di Peter Diamandis e Gregg Maryniak a Space X di Elon Musk
  • Una fotografia aggiornata del mercato aerospaziale tradizionale
  • La filiera aerospaziale tradizionale è in forte crisi, sono gli stessi prime contractor oggi a cercare soluzioni innovative e modelli di business alternativi
  • La rottura del monopolio ha portato i prime contractor in crisi, a limitare sempre più le subforniture
  • Obsolescenza del vecchio orientamento al cliente: i prime contractor di fatto concedono contratti solo ad aziende portatrici di proprie soluzioni tecnologiche d’avanguardia
  • La catena di fornitura aerospazio tradizionale: stakeholders, main contractor, subcontractors, agenzie spaziali
  • Il “paradigma” dell’aerospazio tradizionale: costo elevato, lunghi tempi di sviluppo, finanziamento pubblico, astronauti addestrati o missioni solo robotiche, monopolio di poche grandi aziende (produttrici di razzi spendibili), mercato pubblico guidato
  • Stato dell’arte del settore new space
  • Catene di fornitura e temi del settore new space: investitori privati, startup, turismo spaziale, veicoli riutilizzabili, trasporto inter-orbitale, agricoltura spaziale, detriti spaziali, prodotti a bassa gravità, servizi spaziali, clienti privati, agenzie spaziali, stakeholders
  • Il “paradigma” new space: accesso più veloce, migliore e più economico allo spazio, pragmatismo, mentalità commerciale, indipendenza dai governi, capitali privati, sviluppo spaziale civile, mercato guidato dal business e dalla visione
  • I fattori chiave del cambio di paradigma dall’aerospazio tradizionale al new space: finanziamento, catene di fornitura, clienti, tipologie di mercato, caratteristiche dei lanciatori, robotica, pubblico e privato, mercato captive e mercato aperto, costi, rifiuti spaziali
  • I principali settori già attivi: razzi riutilizzabili, turismo sub-orbitale, mitigazione dei detriti spaziali, recupero detriti spaziali, trasporto inter-orbitale, mega-costellazioni internet
  • I principali settori che saranno attivi prima del 2030: economia cis-lunare, attività minerarie lunari, insediamenti lunari, produzione in micro-gravità, 3d-printing, turismo orbitale, turismo lunare, trasporto ipersonico e sub-orbitale intercontinentale, trasporto orbitale intercontinentale, spazioporti, infrastrutture e indotto
  • I principali attori del mercato new space
  • Space X, Blue Origin, Virgin Galactic, Dream Chaser, …
  • Le aziende italiane
  • Le aziende europee e UK
  • altre
  • Evoluzione della politica delle principali agenzie spaziali
  • NASA, ESA, JAXA, CNSA, ISRO, emergenti